splash
Benvenuti nel sito di Tommaso Sodano


 

Posts Tagged ‘animali’

Aree sgambamento e DNA a Chiaia, due nuovi provvedimenti sul fronte animali

Posted By Tommaso Sodano on gennaio 29th, 2015

Parte il progetto di prevenzione della fecalizzazione (DNA) anche a Chiaia. Grazie alla collaborazione tra il Comune di Napoli e la ASL Napoli I Centro, vengono estese alla I Municipalità le attività di prevenzione sanitaria e attenzione al decoro urbano rivolto alla popolazione canina residente. Con Ordinanza Sindacale, anche i proprietari dei cani residenti nei quartieri Chiaia e Posillipo, dovranno sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’esame del DNA al fine di costituire una banca dati che permetterà di riconoscere chi imbratta le strade.

Nei quartieri Vomero e Arenella sono stati eseguiti circa 1500 controlli e nuove iscrizioni all’anagrafe canina regionale, fatto questo estremamente importante ed incoraggiante ai fini della prevenzione del randagismo canino. Controlli e sanzioni hanno portato ad una netta defervescenza dell’annosissimo problema dell’imbrattamento del suolo pubblico da feci canine nei quartieri Vomero e Arenella oggetto del “Programma DNA”.

Pertanto, visti gli incoraggianti risultati, le Amministrazioni coinvolte hanno esteso il programma di lavoro anche ad un’altra Municipalità interessata dalle medesime problematiche di imbrattamento del suolo pubblico. Come avvenuto al Vomero, contemporaneamente alle chiamate per il prelievo ematico, il quartiere sarà controllato da squadre formate da Polizia Municipale, ASIA e operatori ASL. Controlli a tappeto sulle norme di corretta conduzione dei cani, dai controlli sull’utilizzo di guinzaglio, museruola e paletta per la raccolta delle feci, all’iscrizione all’anagrafe e il possesso del microchip.

Pubblicato, inoltre, l’avviso pubblico per la costituzione di aree da destinare allo sgambamento dei cani, rivolto alle Associazioni, ai cittadini ed altri soggetti privati o pubblici, da individuare nell’ambito delle aree a verde di proprietà del Comune di Napoli. Tali aree dovranno avere le seguenti caratteristiche tecniche: ampiezza non inferiore a mq.400, con terreno compresso o preferibilmente a prato. Le richieste saranno oggetto di affidamento ai sensi del vigente Regolamento per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico. Gli affidatari hanno l’obbligo di provvedere alla realizzazione ed alla manutenzione della aree – che resteranno di uso pubblico – e che dovranno avere una recinzione esterna alta mt.1,50.

<<Il regolamento per l’affidamento delle aree verdi porta ancora i suoi frutti: diamo in affido aree da destinare allo sgambettamento degli amici a quattro zampe utilizzando la stessa metodologia. Grazie al lavoro sinergico con la Garante degli Animali, e nel rispetto del benessere dei cani, abbiamo individuato le caratteristiche tecniche che tali aree dovranno avere. Ci auguriamo che giungano numerose le richieste. A Chiaia partiamo con il progetto DNA e con controlli e multe. Come al Vomero, anche a Chiaia, grazie ai Servizi Veterinari dell’ASL, forniremo un servizio gratuito per quei padroni che ancora non hanno provveduto ad iscrivere il proprio cane all’anagrafe e sanzioneremo quelli che non rispettano il decoro della città>>

Per chi fosse interessato è possibile vedere dal sito del Comune di Napoli la riproduzione integrale della Consulta Animali che si è tenuta ieri 28 gennaio e durante la quale sono state informate le Associazioni facenti parte della Consulta stessa dei provvedimenti adottati

 

Estensione del programma DNA, Chiaia si prepara

Posted By Tommaso Sodano on novembre 26th, 2014

Domani 27 novembre, alle ore 9:00, presso il Comando centrale della Polizia Municipale in via De Giaxa, 5, è stata organizzata un’ulteriore giornata di formazione dedicata al personale afferente all’Unità Operativa Chiaia/Posillipo/S.Ferdinando, che sarà impegnato nel programma di controllo coordinato tra Polizia Municipale e Servizi Veterinari dell’ASL Napoli 1 Centro per l’estensione del progetto DNA, partito al Vomero lo scorso anno e che da gennaio approderà al quartiere Chiaia Posillipo.

Formare – addestrare il personale coinvolto nelle attività di corretta detenzione e conduzione dei cani padronali, attraverso momenti informativi/formativi in materia di normativa vigente in merito alla corretta conduzione sulle pubbliche strade e nei luoghi pubblici, all’iscrizione all’anagrafe canina regionale, alle informazioni inerenti le buone pratiche di conduzione negli spazi aperti al pubblico, sono le principali finalità della giornata di formazione.

In base all’O.M. del 2008, gli uomini della Polizia Municipale saranno inoltre formati all’utilizzazione del lettore microchip, al fine di monitorare e scovare eventuali proprietari che non hanno iscritto il proprio cane all’anagrafe canina.

Durante il corso saranno ampiamente illustrati i rischi sanitari provenienti dall’abbandono delle feci canine lasciate dai proprietari con comportamenti difformi alla legge, nonché tutti i contenuti dell’O.S. in corso di emanazione per i quartieri citati.

Il primo anno di attività ha visto i quartieri Vomero/Arenella, sottoposti al programma DNA, rispondere sicuramente meglio rispetto ai quartieri Bagnoli/Fuorigrotta, oggetto di controllo per la corretta conduzione dei cani senza la tecnica del DNA e utilizzati quali quartieri target di confronto.

Come al Vomero, dunque, anche per Chiaia da gennaio obbligo del prelievo ematico per l’esame del DNA e controlli sul rispetto delle norme di corretta conduzione dei cani, dall’iscrizione all’anagrafe, al possesso del dispositivo di raccolta delle deiezioni, al prelievo ematico per la titolazione anticorpi Leishmania.

<<Il progetto ha funzionato, al Vomero sono diminuite le deiezioni in strada e si è avuto un incremento dei test per Leishmaniosi e di iscrizioni all’anagrafe, conseguenza dei controlli su strada. Dopo un anno portiamo il progetto in un nuovo quartiere, rendendo necessaria la formazione ulteriore del personale coinvolto nelle attività>>

‘Animal Day’ la città si mobilita con il crowdfunding, cani benvenuti al Museo! PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, giovedì 16 ottobre

Posted By Tommaso Sodano on ottobre 14th, 2014

Si terrà a Napoli, il 16 ottobre presso il museo PAN-Palazzo delle Arti in via dei Mille il primo ‘Animal day’, una giornata interamente dedicata ai diritti degli animali, ideata da Stella Cervasio, Garante degli Animali di Napoli e Susie Romano, ed autogestita dalle Associazioni che incontreranno il pubblico con proiezioni e talk. Per la prima volta saranno benvenuti anche i cani nelle sale del Museo. Per realizzarla è stato lanciato un crowdfunding che in poco meno di due mesi, con 80 donatori, ha consentito agli organizzatori di realizzare in completo autofinanziamento un ricco programma a cui si potrà accedere liberamente, dalle 9.30 alle 20.30: mostre, convegni, incontri e tavole rotonde, con il coinvolgimento delle scuole del Progetto Garante, Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale ed il Coordinamento Sanità Pubblica Veterinaria Centrale dell’ Asl Na1, di alcune associazioni animaliste italiane impegnate ogni giorno sul territorio con tanta volontà.

<<Napoli insieme a poche altre città si è dotata di un Garante degli Animali e questa iniziativa dimostra l’importanza del lavoro coordinato che Stella Cervasio sta svolgendo con le Associazioni del territorio e con i Servizi del Comune di Napoli e che rappresenta una valida risposta alla sempre maggiore attenzione e sensibilità che da più parti si riserva al mondo degli animali>>

In particolare si terrà la tavola rotonda organizzata dalla Lav sui problemi connessi al maltrattamento e ai sequestri di animali, un’illustrazione dei lavori delle scuole a cura dell’Enpa, che presenterà anche il mezzo di soccorso nazionale intervenuto per il sisma d’Abruzzo ed Emilia, offrendo al pubblico gratuitamente i consigli di un veterinario. Nelle sale del museo anche una mostra di fotografica sul tema “Animali urbani” curata da Sergio Siano con i lavori di 22 fotografi. Il rapporto tra animali e religione sarà al centro dell’incontro-riflessione a cura di Mirella De Simone (Lac) con don Tonino Palmese, “Animali benedizione di Dio”. Nello spazio “Animaletteratura” si terranno letture a cura della Associazione italiana di bioetica e della scuola di scrittura Homo Scrivens e non mancheranno momenti musicali proposti dai CamPet Singers, che testimoniano l’importanza degli animali ispiratori di cultura. Grande spazio verrà dato alle istituzioni ma anche alle associazioni di volontariato che illustreranno a turno la loro attività sul campo con video e testimonianze nella Sala Pan e in forma autogestita a un proprio desk dedicato. Sarà proiettato il video “Noi e loro”, mentre la casa editrice Il Filo di Partenope sarà presente con titoli di libri d’arte sugli animali che illustrerà in un momento della giornata.

Firmata ordinanza sindacale per la regolamentazione del servizio carrozzelle

Posted By Tommaso Sodano on giugno 27th, 2014

Con l’approssimarsi dei mesi con le temperature più elevate ed al fine di garantire il benessere ed il rispetto dei cavalli destinati alla trazione di vetture pubbliche, è stata emanata un’ordinanza sindacale che disciplina le modalità lavorative degli equini. In particolare si stabiliscono le ore di lavoro e le pause, il numero dei passeggeri da trasportare e la relativa sanzione amministrativa.

<<La città di Napoli dimostra ancora una volta attenzione e sensibilità nei confronti dei diritti degli animali con l’utilizzo di strumenti efficaci ed iniziative concrete>>

La Garante degli Animali, Stella Cervasio: <<Un lavoro di squadra con le associazioni animaliste cittadine e il Servizio Tutela degli Animali del Comune ha permesso l’analisi e la comparazione delle altre situazioni relative a questo tema. L’ordinanza firmata dal Sindaco regolamenta il lavoro dei cavalli e ne sancisce i diritti in quanto esseri viventi e senzienti. E’ allo studio anche una nuova sistemazione per il riparo dei cavalli per il riposo nelle ore di innalzamento delle temperature>>

Dog Day, la festa dedicata agli amici a quattro zampe in Villa Musella

Posted By Tommaso Sodano on giugno 20th, 2014

Con il Patrocinio del Comune di Napoli e della VIII Municipalità, organizzata dal Comitato Mario Musella, domenica 22 giugno, dalle ore 9 alle 13, si terrà nel Parco pubblico Villa Mario Musella di Piscinola una festa dedicata agli amici a quattro zampe in un Parco Pubblico del Comune di Napoli.

Spazi di verde pubblico saranno interamente a disposizione dei quattrozampe, che potranno divertirsi liberamente insieme ai proprietari.

Scopo sociale della giornata sarà il problema dell’abbandono e il degrado ambientale dovuto alle deiezioni canine lasciate da proprietari incivili sui marciapiedi.

Sono previste le seguenti attività con istruttori e educatori cinofili:

- Area Sgambamento dove potersi relazionare con altri cani senza guinzaglio;

- Area Dog Agility dove si potrà constatare quanto funziona il rapporto della coppia cane-proprietario;

- Workshop “Impariamo il canese”, progetto per l’avviamento al linguaggio corporeo del cane per i bambini;

- Area Animazione per i bambini.

Alla manifestazione parteciperanno rappresentanti della ASL Veterinaria che per l’occasione, come simbolo di rinascita del parco, libereranno un grosso rapace curato presso il loro presidio ospedaliero.

Inoltre saranno presenti la Protezione Civile e le Guardie Zoofile.

Contro l’abbandono dei cani, iniziativa di sensibilizzazione sabato 21 giugno in piazza Vittoria

Posted By Tommaso Sodano on giugno 19th, 2014

Sabato 21 giugno dalle ore 17.00 alle ore 20.30, in Piazza Vittoria si terrà la manifestazione organizzata dall’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno, d’intesa con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università “Federico II” ed in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente e Tutela Animali del Comune di Napoli, al fine di sensibilizzare i cittadini sulla problematica dell’abbandono dei cani, fenomeno che, oltre a rappresentare un comportamento disumano ed incivile, si traduce in ingenti danni per il sistema economico, sociale e sanitario.

Ogni anno vengono abbandonati circa 150.000 cani, 40.000 dei quali durante i mesi di Giugno, Luglio e Agosto, circa 445 cani al giorno nei 3 mesi estivi.

La manifestazione vedrà la partecipazione oltre che dell’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno, e del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università “Federico II” di Napoli, anche del CRIUV (centro regionale igiene urbana veterinaria) dell’Asl Napoli 1 dei reparti cinofili delle Forze dell’Ordine e della Scuola Italiana Cani Salvataggio, la quale eseguirà una dimostrazione di salvataggio in mare. Inoltre, saranno presenti diverse associazioni di salvaguardia, aiuto e protezione animale e associazioni cinofile che intratterranno le persone presenti con esercizi di agility dog e free style.

L’occasione sarà anche quella di promuovere la Banca del Sangue CANpana, nata dalla necessità di conoscere, come accade per l’uomo, il gruppo sanguigno del cane.

Accesso cani grande taglia nelle funicolari

Posted By Tommaso Sodano on marzo 14th, 2014

Si tratta di una iniziativa che abbiamo voluto con grande convinzione, prevista già nel Regolamento per la tutela degli animali e sollecitata anche nel corso dell’ultima consulta animali svoltasi nel mese di febbraio. Napoli conferma di porre sempre grande attenzione al tema dei diritti degli animali come del resto dimostrato dall’istituzione della figura del Garante degli animali”.

Per Stella Cervasio, Garante dei diritti degli animali per il Comune di Napoli:

“La media di cani per abitante sta raggiungendo quota due. Concedere a tutti la mobilità è un importante atto di civiltà. Grazie alla sinergia fra Comune, Anm e ministero dei Trasporti è stata accolta la richiesta avanzata da tanti cittadini che, avendo un cane a partire dalla taglia media, non potevano accedere ai mezzi di trasporto. Termina così questa discriminazione e ci auguriamo che preso possa accadere lo stesso anche per la metropolitana”.

Bagnoli Fuorigrotta, controlli deiezioni canine

Posted By Tommaso Sodano on marzo 14th, 2014

Si estendono a Bagnoli e Fuorigrotta i controlli della Polizia Municipale, Polizia Ambientale e operatori ASL sulle norme di corretta conduzione dei cani in città.

Non solo contrasto all’abbandono delle feci in strada, ma anche accertamenti su possesso del microchip, utilizzo di paletta e guinzaglio, e verifiche test di controllo per la leishmaniosi.

Già al Vomero Arenella l’attività di controllo sta dando ottimi risultati, anche sul fronte delle iscrizioni all’anagrafe (+50 ogni mese rispetto allo standard).

Sono già partiti i primi controlli sul territorio della X Municipalità, da parte della Polizia Municipale, debitamente formata e, grazie alla collaborazione dell’ASIA, si effettueranno attività di pulizia delle strade.

I nuclei operativi di controllo che gireranno per i quartieri della X Municipalità saranno formati da agenti di Polizia Municipale ed Ambientale ed operatori dell’ASL.

 <<Invito tutti i proprietari di cani che non l’avessero già fatto ad iscrivere il proprio cane all’anagrafe e ad abbandonare l’abitudine di sporcare le strade con le deiezioni, perché estenderemo i controlli a tutta la città. È un segno di civiltà, di attenzione al decoro urbano ed uno strumento di tutela della salute pubblica. Al Vomero già dopo qualche giorno il fenomeno delle deiezioni era notevolmente diminuito. Sono fiducioso che lo stesso possa avvenire a Bagnoli e Fuorigrotta, grazie alla collaborazione delle forze di Polizia Municipale impegnate già da questa settimana con i primi controlli >>

Caputo (Direttore C.R.I.U.V. – Centro di Riferimento Regionale per l’Igiene Urbana Veterinanria):

<<I cittadini sono invitati a sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’accertamento della leishmaniosi. Obbligatorio nella città di Napoli in quanto inclusa nella zona endemica per tale malattia. Il prelievo potrà essere effettuato presso il proprio veterinario di fiducia o alla ASL NA 1 CENTRO-OSPEDALE VETERINARIO sito in Via Cupa del principe 13 A . Presso la struttura pubblica il prelievo è gratuito. Si ricorda che rimuovere le feci del proprio cane dal suolo pubblico è obbligatorio e un dovere morale al fine di evitare parassitosi da:larva migrans,echinococco ecc. Iscrivere il proprio cane all’anagrafe è gratuito e non comporta applicazioni di tasse o tributi aggiuntivi; consente di poterlo rintracciare in caso di smarrimento o fuga>>.

Deiezioni canine, i primi controlli e sanzioni

Posted By Tommaso Sodano on gennaio 15th, 2014

Nella giornata di ieri gli operatori di ASIA sono intervenuti nella zona intorno la scuola di via Piscicelli e giardinetti di via Ruoppolo al Vomero con attività di pulizia dalle deiezioni canine delle vie.
Stamattina la Polizia Municipale e ASL sono intervenuti nella stessa zona per controlli: identificati 45 conduttori di cani, tre sanzionati per mancata raccolta delle deiezioni, 5 individuati con cani privi di iscrizione all’anagrafe canina.

<<Il progetto è partito, i cittadini sono informati e già stamane, dopo l’attività di pulizia effettuata ieri da operatori ASIA, la zona era pulita e sono stati emessi i primi verbali. Il progetto funziona soprattutto da deterrente per chi ha ancora l’abitudine di imbrattare lasciando le deiezioni del proprio cane in strada>>

Lotta alle deiezioni canine ed obbligo prelievo ematico per esame DNA, si inizia al Vomero-Arenella

Posted By Tommaso Sodano on gennaio 10th, 2014

Un’ordinanza sindacale dedicata al quartiere Vomero-Arenella, ed un nucleo addetto ai controlli composto da Polizia Municipale e Servizi Veterinari della ASL, sono gli strumenti con i quali il Comune di Napoli, in collaborazione con la V Municipalità, i Servizi Veterinari della ASL NA 1 Centro, il Centro di Riferimento Regionale per l’Igiene Urbana Veterinanria (C.R.I.U.V.) e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, da inizio al percorso verso la “Prevenzione della fecalizzazione sul territorio metropolitano”. Con questo percorso si intende contrastare il fenomeno dell’imbrattamento del suolo pubblico con deiezioni canine che ha assunto proporzioni non più tollerabili non solo per il decoro urbano ma anche per l’igiene della Città, rappresentando le deiezioni canine un potenziale pericolo per la salute pubblica dell’uomo e degli altri animali.

Il quartiere Vomero Arenella è stato scelto come quartiere pilota sulla base di un’apposita indagine condotta dalla ASL Na 1 e l’Università Federico II, che ha elaborato una mappa di valutazione del grado di imbrattamento delle aree dell’intera città dalla quale emerge una particolare concentrazione di cani di proprietà nel quartiere Vomero Arenella che risulta essere dunque ad elevato fenomeno di imbrattamento delle strade. Il piano, partendo da questo quartiere, sarà poi esteso a tutta la Città.

L’ ordinanza Sindacale n° 1705 prevede, per i proprietari dei cani residenti o dimoranti nel quartiere Vomero Arenella, l’obbligo di sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’esame del DNA, da effettuarsi gratuitamente ed esclusivamente presso l’Ospedale Veterinario dell’ASL Na 1 Centro, sito in via M. Rocco di Torre Padula dove i cittadini potranno beneficiare di una serie di accertamenti gratuiti. I trasgressori saranno puniti da sanzione amministrativa da 25,82 a 154,94 Euro. È demandato alla Polizia Municipale, agli Organi di Polizia competenti ed ai tecnici di igiene delle ASL, il compito di controllare l’osservanza di quanto disciplinato.

Il provvedimento, finalizzato a proteggere la salute pubblica sensibilizzando i cittadini ai problemi igienico sanitari derivanti dall’imbrattamento del suolo pubblico e perseguendo i cittadini non rispettosi, permetterà di costituire una banca dati del DNA canino. Attraverso l’indagine comparativa tra il DNA estratto dal campione di escrementi rinvenute su strada e il DNA presente nella costituenda Banca Dati, si potrà identificare il proprietario resosi omissivo della rimozione delle deiezioni del proprio cane.

I proprietari di cani residenti nella V Municipalità sono, pertanto, invitati a sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per la mappatura del DNA e, se non l’avessero già fatto, di adeguarsi alle seguenti norme di corretta conduzione dei cani:

1) Iscrivere il proprio cane all’Anagrafe Canina Regionale

2) Munirsi di dispositivo di raccolta delle deiezioni

3) Sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per la titolazione anticorpi Leishmania