splash
Benvenuti nel sito di Tommaso Sodano


 

Posts Tagged ‘chiaia’

Aree sgambamento e DNA a Chiaia, due nuovi provvedimenti sul fronte animali

Posted By Tommaso Sodano on gennaio 29th, 2015

Parte il progetto di prevenzione della fecalizzazione (DNA) anche a Chiaia. Grazie alla collaborazione tra il Comune di Napoli e la ASL Napoli I Centro, vengono estese alla I Municipalità le attività di prevenzione sanitaria e attenzione al decoro urbano rivolto alla popolazione canina residente. Con Ordinanza Sindacale, anche i proprietari dei cani residenti nei quartieri Chiaia e Posillipo, dovranno sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’esame del DNA al fine di costituire una banca dati che permetterà di riconoscere chi imbratta le strade.

Nei quartieri Vomero e Arenella sono stati eseguiti circa 1500 controlli e nuove iscrizioni all’anagrafe canina regionale, fatto questo estremamente importante ed incoraggiante ai fini della prevenzione del randagismo canino. Controlli e sanzioni hanno portato ad una netta defervescenza dell’annosissimo problema dell’imbrattamento del suolo pubblico da feci canine nei quartieri Vomero e Arenella oggetto del “Programma DNA”.

Pertanto, visti gli incoraggianti risultati, le Amministrazioni coinvolte hanno esteso il programma di lavoro anche ad un’altra Municipalità interessata dalle medesime problematiche di imbrattamento del suolo pubblico. Come avvenuto al Vomero, contemporaneamente alle chiamate per il prelievo ematico, il quartiere sarà controllato da squadre formate da Polizia Municipale, ASIA e operatori ASL. Controlli a tappeto sulle norme di corretta conduzione dei cani, dai controlli sull’utilizzo di guinzaglio, museruola e paletta per la raccolta delle feci, all’iscrizione all’anagrafe e il possesso del microchip.

Pubblicato, inoltre, l’avviso pubblico per la costituzione di aree da destinare allo sgambamento dei cani, rivolto alle Associazioni, ai cittadini ed altri soggetti privati o pubblici, da individuare nell’ambito delle aree a verde di proprietà del Comune di Napoli. Tali aree dovranno avere le seguenti caratteristiche tecniche: ampiezza non inferiore a mq.400, con terreno compresso o preferibilmente a prato. Le richieste saranno oggetto di affidamento ai sensi del vigente Regolamento per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico. Gli affidatari hanno l’obbligo di provvedere alla realizzazione ed alla manutenzione della aree – che resteranno di uso pubblico – e che dovranno avere una recinzione esterna alta mt.1,50.

<<Il regolamento per l’affidamento delle aree verdi porta ancora i suoi frutti: diamo in affido aree da destinare allo sgambettamento degli amici a quattro zampe utilizzando la stessa metodologia. Grazie al lavoro sinergico con la Garante degli Animali, e nel rispetto del benessere dei cani, abbiamo individuato le caratteristiche tecniche che tali aree dovranno avere. Ci auguriamo che giungano numerose le richieste. A Chiaia partiamo con il progetto DNA e con controlli e multe. Come al Vomero, anche a Chiaia, grazie ai Servizi Veterinari dell’ASL, forniremo un servizio gratuito per quei padroni che ancora non hanno provveduto ad iscrivere il proprio cane all’anagrafe e sanzioneremo quelli che non rispettano il decoro della città>>

Per chi fosse interessato è possibile vedere dal sito del Comune di Napoli la riproduzione integrale della Consulta Animali che si è tenuta ieri 28 gennaio e durante la quale sono state informate le Associazioni facenti parte della Consulta stessa dei provvedimenti adottati

 

Estensione del programma DNA, Chiaia si prepara

Posted By Tommaso Sodano on novembre 26th, 2014

Domani 27 novembre, alle ore 9:00, presso il Comando centrale della Polizia Municipale in via De Giaxa, 5, è stata organizzata un’ulteriore giornata di formazione dedicata al personale afferente all’Unità Operativa Chiaia/Posillipo/S.Ferdinando, che sarà impegnato nel programma di controllo coordinato tra Polizia Municipale e Servizi Veterinari dell’ASL Napoli 1 Centro per l’estensione del progetto DNA, partito al Vomero lo scorso anno e che da gennaio approderà al quartiere Chiaia Posillipo.

Formare – addestrare il personale coinvolto nelle attività di corretta detenzione e conduzione dei cani padronali, attraverso momenti informativi/formativi in materia di normativa vigente in merito alla corretta conduzione sulle pubbliche strade e nei luoghi pubblici, all’iscrizione all’anagrafe canina regionale, alle informazioni inerenti le buone pratiche di conduzione negli spazi aperti al pubblico, sono le principali finalità della giornata di formazione.

In base all’O.M. del 2008, gli uomini della Polizia Municipale saranno inoltre formati all’utilizzazione del lettore microchip, al fine di monitorare e scovare eventuali proprietari che non hanno iscritto il proprio cane all’anagrafe canina.

Durante il corso saranno ampiamente illustrati i rischi sanitari provenienti dall’abbandono delle feci canine lasciate dai proprietari con comportamenti difformi alla legge, nonché tutti i contenuti dell’O.S. in corso di emanazione per i quartieri citati.

Il primo anno di attività ha visto i quartieri Vomero/Arenella, sottoposti al programma DNA, rispondere sicuramente meglio rispetto ai quartieri Bagnoli/Fuorigrotta, oggetto di controllo per la corretta conduzione dei cani senza la tecnica del DNA e utilizzati quali quartieri target di confronto.

Come al Vomero, dunque, anche per Chiaia da gennaio obbligo del prelievo ematico per l’esame del DNA e controlli sul rispetto delle norme di corretta conduzione dei cani, dall’iscrizione all’anagrafe, al possesso del dispositivo di raccolta delle deiezioni, al prelievo ematico per la titolazione anticorpi Leishmania.

<<Il progetto ha funzionato, al Vomero sono diminuite le deiezioni in strada e si è avuto un incremento dei test per Leishmaniosi e di iscrizioni all’anagrafe, conseguenza dei controlli su strada. Dopo un anno portiamo il progetto in un nuovo quartiere, rendendo necessaria la formazione ulteriore del personale coinvolto nelle attività>>